78° Assemblea Nazionale dei Delegati: ratificato il bilancio 2017

30 maggio 2018 - L’Assemblea Nazionale dei Delegati Casagit, che si è riunita a Galzignano Terme (PD) il 29 e 30 maggio, ha ratificato a maggioranza (con 17 astensioni e nessun voto contrario) il bilancio 2017 già approvato dal Consiglio di Amministrazione il 18 aprile scorso, chiuso con un attivo di quasi 4 milioni di euro. Presentato anche il bilancio preventivo 2018, che al momento si prevede in lieve disavanzo.

Il presidente Casagit Daniele Cerrato ha aperto i lavori ricordando Gianni Perrotti, fiduciario della Sardegna, recentemente scomparso.

Tra problemi e nuove opportunità
Sono state innanzi tutto sottolineate le attuali criticità: lo scorso anno, per la prima volta, i contributi versati a Casagit sono scesi sotto gli 80 milioni di euro, gli iscritti continuano a calare mentre l’età media aumenta; in 10 anni sono stati persi quasi 4 mila contrattualizzati, mentre l’età media dei titolari è passata da 47 a 58 anni. Chi rimane contribuisce meno e ha sempre più bisogno di prestazioni. “Siamo nel mezzo della tempesta perfetta, servono misure per stabilizzare il sistema. Dobbiamo ampliare il numero di contribuenti e distribuire il rischio sanitario su numeri di assistiti più elevati, per garantire sostenibilità nel lungo periodo”, ha spiegato Cerrato.

Si impone dunque un ampliamento del perimetro di azione della Cassa: occorre puntare sia su politiche di inclusione della categoria, sia su alleanze e aperture verso realtà rappresentative di professionisti. L'obiettivo strategico è diventare un fondo aperto, mantenendo governance e tutela del patrimonio. “Una commissione sull’assetto istituzionale sta lavorando allo strumento migliore per realizzare questa apertura: sono stati individuati due modelli possibili, società di mutuo soccorso e fondazione di partecipazione. Entro dicembre sarà presentata dal CdA all’Assemblea dei delegati una proposta di trasformazione dello status giuridico dell’ente”, ha proseguito Cerrato.

I dati di bilancio
Il direttore generale Francesco Matteoli ha poi presentato il dettaglio dei numeri del bilancio. Tra gli elementi confortanti, il consolidamento del fondo di garanzia (oltre 41 milioni di euro, più di 800 euro pro capite). È cresciuto il fondo di copertura per i crediti nei confronti delle aziende editoriali e soci, salito a 5,2 milioni. Solida anche la capacità di coprire i rischi e governare costi e spese, a iniziare da quelli per personale, funzionamento della struttura e organi sociali. “Dai dati di scenario, la sostenibilità della Cassa è garantita fino al 2025. Serve quindi un monitoraggio continuo degli andamenti e un’attenta programmazione degli interventi per poter stabilizzare i conti nel lungo periodo”, ha sottolineato Matteoli.

Casagitservizi srl ed elezione membro supplente Collegio dei sindaci
Sono state poi riportate le attività e i dati di bilancio di Casagitservizi srl in particolare del poliambulatorio Apollodoro a Roma, di cui da un anno la Cassa detiene la gestione diretta: da fine dicembre a oggi, il fatturato del poliambulatorio è quasi raddoppiato. “La struttura sta diventando un punto di riferimento e un presidio sociosanitario nel quartiere Flaminio a Roma: anche il bilancio sociale, oltre quello economico, crea valore”, ha evidenziato Giampiero Spirito, presidente Casagitservizi.

Al termine della prima giornata di lavori dell’assemblea, infine, si sono tenute le elezioni per la nomina del membro supplente del Collegio dei sindaci: è stato eletto Pierpaolo Dobrilla, delegato di Trieste.

Profili 2-3-4, privacy e aggiornamenti dalle commissioni
Nel corso della seconda giornata, l’assemblea è stata informata della recentissima decisione del CdA di sbloccare i vincoli temporali per aderire ai profili 2-3-4.

L’avvocato Alessandro Borgese (data protection officer di Casagit) ha poi illustrato tutte le novità in tema di privacy e protezione dei dati personali, a seguito dell’entrata in vigore del nuovo regolamento europeo GDPR e su cui saranno effettuati ulteriori approfondimenti per dare un’informativa completa e aggiornata.

L’Osservatorio per la salute sul lavoro sta preparando un vademecum per tutti i giornalisti sui temi della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro, postura, vista, dieta e stress da lavoro. La Commissione per la prevenzione sta programmando campagne di screening per promuovere tra i colleghi una più solida cultura della prevenzione, mentre un nuovo progetto di Casagitservizi offrirà a partner esterni e aziende editoriali consulenze e servizi (visite mediche e formazione) sugli obblighi stabiliti dalla legge per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.