Agenzie delle Entrate - 730 precompilato

Per chi volesse utilizzare il 730 precompilato, nell'Area riservata si possono verificare i dati forniti dalla Casagit all'Agenzia delle Entrate

Il Fisco ha chiesto alla Casagit e a tutti i fondi sanitari, di fornire i dati relativi ai rimborsi effettuati nel 2015 per consentire all'Agenzia delle Entrate di predisporre il 730 precompilato. E' un obbligo di legge e i dati che abbiamo fornito al fisco si riferiscono alla somma complessiva rimborsata nell'anno ai singoli soci. Non sono state specificate le singole voci di spesa, rispettando la privacy sanitaria.

I dati trasmessi all'Agenzia delle Entrate riguardano i rimborsi effettuati dalla Casagit a contrattualizzati, pensionati Inpgi e dipendenti di organismi di categoria.

Non ci sono stati chiesti e quindi non sono stati comunicati i dati relativi alle spese sanitarie dei famigliari (coniugi, figli, altri parenti) che possono essere detratte completamente anche per la parte rimborsata dalla nostra Cassa.

Sui soci volontari, pensionati "non Inpgi" e loro famigliari l'Agenzia delle Entrate non ci ha richiesto alcun dato. Anche loro, va rammentato, possono detrarre integralmente la spesa sanitaria compresa la quota rimborsata da Casagit.

E' la prima volta che il fisco richiede questi dati alle Casse di Assistenza. Per gli uffici Casagit ha determinato un superlavoro. Grazie al metodo di archiviazione informatico dei nostri dati, abbiamo potuto rispondere con completezza alle richieste, imposte per legge quando già il 2015 stava per finire.

Il fisco, in particolare, ci ha chiesto di comunicare tutti i rimborsi liquidati nel 2015 utili al fine della determinazione della detrazione d'imposta, anche se relativi a documenti di spesa datati in anni precedenti, ragionando secondo un criterio di "cassa". Non sono stati dunque comunicati i rimborsi relativi a documenti di spesa datati 2015, ma liquidati nel 2016.

Di contro, troverete che sono state segnalate all'Agenzia delle Entrate, secondo le loro richieste, anche fatture e/o ricevute rimborsate nel 2015 relative alle spese 2014: quindi attenzione a verificare bene cosa avete già portato in detrazione.

Abbiamo cercato di essere d'aiuto ai nostri Soci, mettendo a disposizione nell'area riservata sul sito Casagit non solo i dati complessivi comunicati all'Agenzia delle Entrate ma anche quelli di dettaglio con l'indicazione dei singoli importi, fattura per fattura, prestazione per prestazione. Questo per poter verificare quali spese sanitarie sono state inserite nel modello 730 precompilato.

L'area riservata è di facile accesso per ciascun Socio. Per farlo, via computer, è necessario avere una password che, consentendo di vedere dati sensibili, richiede, per entrarne in possesso, l'adozione di una procedura di sicurezza. I Soci che ancora non dovessero averla potranno richiederla sempre tramite il nostro sito (al link https://www.casagit.org/AreaSoci/ si possono trovare tutte le informazioni utili).

Una volta nell'area riservata, a fianco della tradizionale informativa sui rimborsi, divisa per anno della fattura (suddivisa per socio titolare, coniuge e figli) troverete la sezione dedicata ai dati forniti al fisco per il modello 730 precompilato.

Questo prospetto, insieme alle fotocopie delle fatture e degli scontrini (che da qualche anno vi chiediamo di fare e conservare) sarà sicuramente utile al Caf o al commercialista per compilare la vostra dichiarazione dei redditi, valutando voce per voce.

Ribadiamo il consiglio di conservare i documenti di spesa sanitaria; quest'anno, per i dati sanitari nella Dichiarazione dei Redditi, va considerato un anno di transizione. Se non siete esperti e volete modificare i dati precompilati del vostro 730 consigliamo di farvi affiancare da un professionista (Caf o commercialista).

E' bene chiarire che nulla cambia nei rapporti tra il socio Casagit e Fisco. La Cassa non ha alcun ruolo di certificatore e la responsabilità dei dati contenuti nella dichiarazione dei redditi rimane in capo al contribuente.

Secondo le indicazioni ricevute dall'Agenzia delle Entrate chi non modifica gli importi indicati nel 730 precompilato non incorrerà in controlli sulla documentazione.

Ci auguriamo di avervi dato informazioni esaustive: per telefono o via e-mail i nostri Uffici Relazioni con il Pubblico non saranno in grado di fornire ulteriori dettagli. La normativa fiscale continua a non essere il nostro campo d'azione. Possiamo solo cercare di essere utili ai Soci facilitando verifiche e compilazioni di Dichiarazioni dei Redditi anche a fronte di novità imposte dal Fisco.

Riferimenti http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Dichiarare/DichiarazioniRedditiPF/730+2016/Scheda+informativa+730+2016/

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/ComunicareDati/Soggetti+obbligati+comunicazione+dati+dichiarazione+precompilata/Richiesta+rimborsi+spese+sanitarie/

https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/