Assemblea dei delegati: ratificato il bilancio 2015. Le sfide del futuro – Casagit

Assemblea dei delegati: ratificato il bilancio 2015. Le sfide del futuro

1 giugno 2016 – L’Assemblea Nazionale dei Delegati Casagit, riunita a Roma il 31 maggio e il 1° giugno, ha ratificato all’unanimità il bilancio relativo all’esercizio 2015, già approvato dal Consiglio di Amministrazione il 21 aprile scorso.

I conti confermano un risultato negativo di poco superiore a 1,5 milioni di euro, cifra interamente assorbita dal Fondo di Garanzia (pari a 34 milioni di euro, stabile dal 2012) grazie alla solida situazione patrimoniale della Cassa.

Il risultato registrato nel 2015 è l’effetto del perdurare della crisi dell’editoria e dell’arretramento, con conseguente maggior ricorso alle prestazioni offerta dalla Cassa, del Servizio Sanitario Nazionale.

In particolare ha pesato, in termini negativi, la contrazione dei contributi versati: 80,9 milioni di euro, cioè 900 mila euro in meno rispetto al 2014. Grazie agli interventi sul governo della spesa decisi alla fine del 2015 e operativi da gennaio scorso, il bilancio preventivo 2016 della Casagit prevede un ritorno a valori positivi per poco più di 1,5 milioni di euro.

L’Assemblea ha poi proceduto alla votazione sulla modifica dell’art. 20 dello Statuto proposta dal CdA, in merito alla rappresentanza di genere. L’esito della votazione ha visto prevalere i “sì”, che però non hanno raggiunto la soglia necessaria per l’approvazione della modifica statutaria.

Sul fronte dei profili assistenziali Due, Tre e Quattro, la buona performance e l’ottima sostenibilità dimostrate nel corso dei primi tre anni di attività hanno reso possibile la riapertura delle iscrizioni e un sensibile miglioramento delle prestazioni offerte a chi è già iscritto e a chi vorrà aderire.

Infine, la due giorni dei lavori si è chiusa con una riflessione sulle prospettive future e una panoramica sulle prossime sfide e opportunità. Sono stati illustrati il bilancio 2015, i progetti e le attività di Casagitservizi srl, in particolare l’apertura a Roma del Poliambulatorio Apollodoro: una struttura dedicata a un pubblico generalista che amplia la prospettiva strategica del nostro raggio d’azione mettendo a frutto esperienza e competenze della Cassa nel settore dei servizi di assistenza alla salute.