Primo rapporto Adepp sul welfare dei professionisti – Casagit

Primo rapporto Adepp sul welfare dei professionisti

Il 38% degli iscritti in difficoltà a causa dell’emergenza Covid, le Casse private ampliano il welfare in senso proattivo: obiettivo, rispondere alla crisi e sostenere la ripresa.

30 settembre 2020 – Oltre a garantire azioni e servizi di previdenza e assistenza, le Casse private in questi ultimi mesi hanno dovuto far fronte alla pesante crisi che da anni ha colpito i liberi professionisti e che la pandemia ha aggravato. Ben il 38% degli iscritti ha infatti richiesto i bonus Covid e ha subito la riduzione dei propri redditi. I dati, contenuti nel I rapporto Adepp sul welfare, mostrano però anche la pronta risposta messa in campo dal sistema, con il disegno di un nuovo welfare che, dopo l’emergenza, va oltre la previdenza e l’assistenza, fino a delineare un vero e proprio fronte di sostegno alla ripresa.

Sin dai primi di marzo, le Casse hanno attivato e implementato misure di welfare “ad hoc” non solo anticipando e gestendo l’indennità statale (600 euro mensili per marzo e aprile, 1.000 euro a maggio), ma concedendo ulteriori bonus cumulabili con l’indennizzo pubblico, finanziamenti a tasso zero, contributi per i canoni di locazione dello studio professionale e per l’acquisto di beni strumentali, agevolazioni per il credito anche mediante la stipula di nuove convenzioni con banche e assicurazioni.

In tema di assistenza sanitaria, oltre a garantire i servizi di sempre, fin dai primi giorni della crisi Casagit Salute ha predisposto una serie di azioni tempestive e varato un pacchetto di provvedimenti straordinari, tra i quali: una specifica “copertura Covid” per soci e familiari, un contributo annuo per test diagnostici e acquisto di dispositivi di protezione individuale, un servizio di assistenza in emergenza con consulti medici a distanza, la proroga delle scadenze per contributi e consegna delle pratiche.

Nei prossimi mesi, le Casse continueranno a monitorare quali mutamenti si verificheranno nel mercato del lavoro anche in termini di nuove possibilità e opportunità, individuando eventuali campi di applicazione del lavoro professionale. Dopo il “welfare della crisi”, il cammino prevede ora un’ulteriore tappa: la costruzione del “welfare del sostegno alla ripresa”.

Scarica il primo rapporto Adepp sul welfare.