La Società nazionale di Mutuo Soccorso Casagit Salute rinnova il protocollo d’intesa con il II Municipio di Roma


16 gennaio 2020 – Si conferma il patto per promuovere prevenzione e salute dei cittadini del II Municipio di Roma. La Società nazionale di Mutuo Soccorso Casagit Salute (evoluzione della Cassa di Assistenza sanitaria dei Giornalisti Italiani) e il Municipio II del Comune di Roma hanno rinnovato il protocollo d’intesa siglato nel febbraio 2018, rilanciando sinergie che hanno portato a risultati di welfare sociosanitario concreti e positivi. Negli ultimi due anni, grazie a questa collaborazione sono stati oltre 5 mila gli operatori formati su manovre salvavita per la disostruzione delle vie aeree e su tecniche di primo soccorso. Donati nel biennio anche 16 defibrillatori alle scuole del II Municipio romano.

«Abbiamo iniziato questa collaborazione due anni fa quando eravamo un fondo riservato ai soli giornalisti italiani, ora siamo una mutua aperta a tutti. Un allargamento del perimetro d’azione della Casagit che ci permette di mettere a frutto i nostri servizi e i nostri valori. Era ovvio continuare sulla nuova strada confermando le collaborazioni che hanno funzionato bene. Nel II Municipio di Roma ci sentiamo più che mai a casa: in piazza Apollodoro c’è, dal 2005, il nostro poliambulatorio, nato per i giornalisti da anni è aperto a tutti. Solidarietà, educazione sociale, prevenzione: noi ci siamo e vogliamo continuare a esserci», ha sottolineato Daniele Cerrato, presidente della mutua Casagit Salute.

«Siamo felici di rinnovare una partnership che ha permesso di sostenere il benessere della nostra comunità. È anche grazie a questa esperienza positiva realizzata con la mutua Casagit Salute, che la Regione Lazio ha approvato lo scorso dicembre una legge (ddl Leonori) per estendere a tutta la regione le buone pratiche avviate al II Municipio», ha ribadito Francesca Del Bello, presidente del II Municipio.

Il nuovo accordo prevede che Casagit Salute - tramite il poliambulatorio Apollodoro - continui a sostenere e realizzare iniziative di prevenzione e promozione della salute come open day e screening gratuiti. Un’alleanza che si estenderà anche al fronte dell’educazione, grazie alla disponibilità del nuovo polo del poliambulatorio dedicato a disturbi e difficoltà di apprendimento (dislessia, disortografia, disgrafia, discalculia). «Un presidio qualificato per la diagnosi e la didattica, che consentirà di offrire un servizio multidisciplinare e integrato: un ponte tra ragazzi, scuole e famiglie», ha concluso Emanuele Gisci, assessore alle politiche educative del II Municipio.